Scienza e tecnologia

Piante officinali e prodotti naturali

Il nostro gruppo di ricerca si occupa dello studio di materie prime di origine vegetale (piante officinali) e dei loro prodotti di trasformazione (oli essenziali, estratti vegetali, integratori e cosmetici) utilizzati in campo alimentare, salutistico e farmaceutico.

L'attività di ricerca comprende il riconoscimento botanico delle piante mediante l'utilizzo del microscopio e, successivamente, l'estrazione, l'isolamento e l'identificazione dei composti biologicamente attivi presenti nelle piante stesse e nei loro prodotti di trasformazione (oli essenziali, estratti, integratori, cosmetici, mangimi,...) con il fine ultimo di verificarne la qualità e la sicurezza d'uso. Di qui l'importanza di identificare dei composti caratteristici in grado di definire un campione "di qualità" rispetto ad uno " di non qualità": ad esempio nell'olio essenziale di menta piperita piemontese se il composto chiamato isopulegolo è presente in percentuale superiore allo 0.2%, il campione è stato adulterato mediante aggiunta di olio essenziale di menta americana, meno pregiato e molto più economico.
Altrettanto importanti sono l'identificazione e la valutazione della quantità di sostanze potenzialmente tossiche presenti in piante e loro prodotti di trasformazione (ad es. le microcistine, sostanze tossiche prodotte dalle alghe).
Per raggiungere gli obiettivi prefissati (qualità e sicurezza), il gruppo di ricerca si avvale di tecniche di estrazione (campionamento) mirate a ridurre il più possibile l'utilizzo di solventi organici (green chemistry: "chimica verde") e di tecniche di analisi all'avanguardia estremamente sensibili e quindi in grado di rilevare i composti di interesse anche se presenti in tracce.


impatto sulla società

Oggi sempre di più il consumatore pensa che ciò che è naturale sia anche innocuo e sicuro. I prodotti naturali sono sì una fonte preziosa di composti utili per la salute e il benessere, ma devono essere conosciuti e impiegati in maniera corretta per evitare effetti avversi o tossicità. Per questa ragione la nostra attività di ricerca ha un notevole impatto sulla società, perché permette di garantire al consumatore la qualità (profilo chimico, origine geografica,…) e la sicurezza (assenza di contaminanti, assenza di adulterazioni…) delle piante officinali e dei loro prodotti di trasformazione.


tags


temi correlati


referente

Carlo Bicchi
gruppo di lavoro

dipartimento

Scienza e Tecnologia del Farmaco
partner



condividi
progetti di ricerca rilevanti
potrebbero interessarti anche