CRESLA: Centro dedicato all’assistenza e allo studio della Sclerosi Laterale Amiotrofica

Il Centro Regionale Esperto sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica (CRESLA) di Torino è il Centro di riferimento regionale per la SLA. Le sue attività di ricerca vengono svolte in ambito epidemiologico, clinico, cognitivo, genetico, neuropatologico e neurobiologico

La SLA è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce selettivamente i motoneuroni. È caratterizzata da spasticità, amiotrofia, debolezza progressiva con difficoltà nei movimenti e alterazione della parola, della deglutizione e, infine, della respirazione. Le cause sono in gran parte sconosciute, il decorso è rapido e irreversibile e oggi non esistono cure in grado di modificarlo. Il nostro Centro si focalizza in particolare sui seguenti aspetti:
- neuroepidemiologia;
- trial clinici per verificare sicurezza ed efficacia di nuove possibili terapie;
- neuroimmagine: usiamo avanzate tecniche di imaging (RM, PET) per il supporto nella diagnosi e nella comprensione delle manifestazioni cliniche della SLA;
- studiamo inoltre le varianti fenotipiche della malattia, con particolare riguardo per gli aspetti cognitivi.
In ambito genetico usiamo tecniche di ultima generazione per identificare sia i geni che causano la SLA sia i geni regolatori del fenotipo (età di esordio, caratteristiche cliniche e progressione di malattia).
In ambito neurobiologico puntiamo a individuare i biomarcatori della malattia: misure oggettive capaci di confermare la diagnosi o definire la progressione della patologia.
Il CRESLA coordina il consorzio nazionale di genetica della SLA (ITALSGEN Consortium) e ha attive collaborazioni internazionali in Europa e Stati Uniti. Vanta inoltre un’ampia raccolta di materiale biologico relativo a oltre 500 pazienti SLA e altrettanti controlli sani.


impatto sulla società

La SLA è una patologia neurodegenerativa gravissima e invalidante, con esito fatale in media tre anni dopo l'esordio. L'impatto è devastante non solo sui malati ma anche sulle loro famiglie e sulla società in generale.
Le speranze sono riposte nella ricerca scientifica per individuarne le cause e i meccanismi, in gran parte sconosciuti, e per sviluppare terapie mirate ed efficaci.
Il CRESLA si occupa anche della presa in carico in toto dei malati fornendo adeguato supporto medico, psicologico e sociale volto al raggiungimento del miglior livello di qualità di vita possibile.


tags


temi correlati


referente

Adriano Chio'
gruppo di lavoro

dipartimento

Neuroscienze "Rita Levi Montalcini"
partner



condividi
progetti di ricerca rilevanti
approfondimenti
Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica
Associazione per l’Assistenza alla Sclerosi Laterale Amiotrofica
Progetto Europeo EUROMOTOR
Progetto Europeo NEURINOX
This is a story - Video sulla SLA
potrebbero interessarti anche