Centro Studi e Ricerche storiche sull'Architettura militare del Piemonte (CeSRAMP)

Ci occupiamo dell'analisi storica di materiali e nozioni relative all'architettura militare in Piemonte, e promuoviamo congressi scientifici e attività di divulgazione. Siamo impegnati in attività di consulenza per allestimenti museali e possediamo una biblioteca specialistica su questi temi

Costituito nel 1995 con Legge Regionale, il Centro è retto da un presidente affiancato da un CdA in cui siedono rappresentanti di UniTO e PoliTO e da un Comitato scientifico. Tra i compiti istituzionali vi sono la promozione di congressi, di attività di divulgazione e di ricerche sul territorio fortificato piemontese, i cui esiti sono raccolti in una dozzina di pubblicazioni. Le più recenti sono "La difesa nascosta del Piemonte sabaudo", "I sistemi fortificati alpini (secoli XVI-XVIII)”, dedicato al territorio della fortezza di Exilles, e "Architetti e ingegneri militari in Piemonte tra XVI e XVIII secolo" con oltre 300 biografie di progettisti e costruttori di fortezze.
Svolgiamo anche attività di consulenza per allestimenti museali in siti fortificati (Mastio della Cittadella di Torino, Forte di Bard, Torre di Masio). Il progetto più significativo riguarda l’apparato di fortificazioni alpine che proteggeva le grandi fortezze di valle: in molti casi, le strutturesono in uno stato di conservazione sorprendente, rappresentando quindi un patrimonio di interesse non solo storico-scientifico, ma anche turistico-culturale di portata internazionale.
All'attività di ricerca si è affiancata la creazione di una biblioteca specialistica, che include studi storici sull’architettura militare e sui beni culturali in ambito architettonico e archeologico. Prezioso è il settore dedicato ai libri antichi e rari, come i trattati di architettura militare dal Cinquecento all'Ottocento.


impatto sulla società

Uno degli obiettivi prioritari del Centro è accrescere la consapevolezza, nella cittadinanza, della grande rilevanza storica e culturale del patrimonio fortificato della regione piemontese, sempre analizzato e descritto in relazione con quello dei territori limitrofi. Pertanto, quando se ne è presentata l'occasione, le competenze maturate sono state sempre messe a disposizione di progetti, propri o promossi da altri enti territoriali, che mirano anche alla divulgazione presso il grande pubblico degli esiti delle ricerche condotte nel tempo.


tags


temi correlati


referente

Enrico Lusso
gruppo di lavoro

dipartimento

Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne
partner



condividi
progetti di ricerca rilevanti
potrebbero interessarti anche