Laboratorio di Fonetica Sperimentale "Arturo Genre"

Il laboratorio gestisce dati di parlato in lingue/dialetti diversi e si occupa della loro analisi/descrizione in termini di proprietà fonetiche/enunciative (con finalità diverse che spaziano dall'estrazione di dati d'interesse didattico-logopedico alla valutazione di aspetti legali-professionali)

L'attività del laboratorio spazia dall'analisi dei suoni delle lingue allo studio delle caratteristiche enunciative di testi da parte di professionisti della voce (attori, dicitori...). Tra gli aspetti studiati si trova la descrizione della pronuncia dei dialetti d'Italia e delle lingue delle minoranze, ma anche lo studio delle modalità di classificazione delle difficoltà articolatorie di alcune condizioni patologiche.
L'interesse per le capacità vocali degli individui è prefigurato da alcune registrazioni conservate dal prof. Arturo Genre negli anni '70 (quando aveva lavorato alla pubblicazione di uno dei primi manuali di fonetica acustica d'Italia). Il laboratorio ha ampliato il patrimonio di attrezzature, metodi e interessi definito da quest'importante studioso torinese sull'eredità del magistero di B. Terracini (una prima motivazione per la sua fondazione risale ai primi del '900, come testimoniato alcune lettere ritrovate recentemente (agosto 2015)). L'orizzonte si è allargato con la prestazione di consulenze ad aziende che si occupano di Trattamento del Parlato e con l'offerta di servizi multimediali (sul suo sito web) che attirano quotidianamente in media 200 connessioni da tutto il mondo. Il metodo proposto per l'analisi della prosodia dialettale è basato su elementi originali e su una strategia per la misurazione quantitativa delle differenze che è stata adottata da una quarantina di laboratori d'Europa e America (nell'ambito di un progetto internazionale).


impatto sulla società

Il laboratorio anima un certo numero di attività divulgative. Oltre a quelle proposte sul sito web, si vedano le partecipazioni alla Notte dei Ricercatori a Torino, edd. 2007 e 2008, e la riuscitissima organizzazione di una maratona d'interventi di specialisti nell'ambito della Giornata Mondiale della Voce 2016 (che non ha mancato di attirare l'attenzione di attori, doppiatori, cantanti e scolaresche). L'attenzione per l'allestimento di archivi di dati linguistici si colloca anche sull'asse della preservazione del patrimonio culturale.


tags


temi correlati


referente

Antonio Romano
gruppo di lavoro

dipartimenti

Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne
Studi Umanistici
partner



condividi
progetti di ricerca rilevanti
approfondimenti
Presentazione del Laboratorio di Fonetica Sperimentale
potrebbero interessarti anche