Brand
Società e Cultura

Innovazione e integrità nei contratti pubblici e cooperazione amministrativa europea

La domanda pubblica può sostenere l’innovazione attraverso lo sviluppo di soluzioni utili anche al mercato privato usando modelli organizzativi e contrattuali utili a tal fine e forme di cooperazione tra amministrazioni per assicurare efficienza, qualità, integrità e sostenibilità

Studiamo gli strumenti per l’innovazione negli appalti pubblici (PPI) cercando di superare le criticità legate alla scarsa conoscenza delle innovazioni sul mercato e delle strategie più efficaci per l'acquisto pubblico. Ci focalizziamo quindi non solo sull'innovazione dell'oggetto del contratto, ma anche sulle procedure di selezione dei contraenti delle pubbliche amministrazioni, per la condivisione dei rischi legati allo sviluppo di progetti innovativi. Si assicurano così economie di scala e l’apertura di nuovi mercati alle imprese aggiudicatarie. Innovare i modelli organizzativi e contrattuali, in attuazione delle nuove disposizioni europee sugli appalti pubblici (Dir. n. 24/2014/UE), sulla cooperazione tra amministrazioni aggiudicatrici (centrali di committenza europee) e sugli appalti congiunti (anche transfrontalieri), presuppone adeguatezza delle amministrazioni aggiudicatrici e richiede di garantire trasparenza: l'accesso e l'interoperabilità tra le banche dati possono favorire il monitoraggio e l'individuazione di possibili elusioni dei principi europei, con il fine di prevenire il fenomeno corruttivo. Queste forme di cooperazione contribuiscono all’elaborazione di strategie di gara volte ad assicurare una concorrenza effettiva tra operatori economici. Si favorisce inoltre una più ampia partecipazione alle gare pubbliche che si ottiene articolando le gare in lotti (territoriali e merceologici) adeguati ai mercati di riferimento e realizzando scelte di politiche.


impatto sulla società

La spesa per gli appalti pubblici ha costituito nel 2015 il 13,1% del PIL europeo (€ 2.015,3 miliardi), con un potere d’acquisto significativo che, se utilmente orientato, può favorire crescita economica, nuovi posti di lavoro, competitività e benessere sociale. L'innovazione consente di affrontare le sfide della società contemporanea soprattutto in settori come sanità, energia, cambiamenti climatici, trasporti, sicurezza e tutela dell'ambiente " ove si chiede ai decisori pubblici di garantire l’efficienza della spesa assicurando servizi e prestazioni di qualità elevata agli amministrati.



Questa storia di ricerca si trova in:


referente

Gabriella Margherita Racca
gruppo di lavoro

Silvia Ponzio
Matteo Pignatti
dipartimento

partner


condividi
progetti di ricerca rilevanti
potrebbero interessarti anche