Terra e Oceani

La geodiversità del Piemonte: scienza, cultura e conservazione

PROGEO-Piemonte sviluppa un approccio innovativo per lo studio della geodiversità e la valorizzazione del patrimonio geologico piemontese. La diffusione della cultura geologica con itinerari, mostre e app permette l’inclusione di cittadini e istituzioni nelle azioni di geoconservazione

La “geodiversità” è la varietà riconoscibile in natura degli elementi geologici (rocce, minerali, fossili, ecc.), degli ambienti geomorfologici e delle relative forme e processi. Il termine “geoheritage” (patrimonio geologico) si riferisce a siti o aree ove sono conservati elementi geologici di rilevante valore scientifico, educativo, estetico e culturale. La ricerca e la comunicazione scientifica su questi temi è di grande interesse applicativo. Infatti, la geodiversità interagisce con la biodiversità e la condiziona, determinando la diversità della natura nel nostro pianeta. Inoltre, i fenomeni geologici sfidano l’uomo, offrendogli un patrimonio di risorse materiali e culturali che vanno studiate, per poter essere valorizzate, protette e sfruttate. Il team multidisciplinare del progetto “PROGEO-Piemonte” ha sviluppato un approccio concettuale e operativo innovativo per conoscere la geodiversità e gestire il patrimonio geologico in Piemonte.

La premessa da cui siamo partiti è che la geodiversità sia materializzata in alcuni luoghi di elevato valore scientifico, didattico, turistico, ecc., luoghi che quindi assumono un interesse sia pubblico sia privato. Con il nostro progetto, essi sono diventati oggetti di ricerca, mete di attività didattiche, proposte geoturistiche, risorse economiche locali. Il sito-web del progetto (www.progeopiemonte.it) illustra in dettaglio le nove “aree geotematiche” scelte e analizzate dopo la revisione dei geositi del Piemonte. Si tratta di luoghi strategici: per l’avanzamento dei saperi di Scienze della Terra, per la diffusione della consapevolezza sull’ambiente geologico (materiali, processi, eventi, forme), per lo sviluppo sostenibile. In ciascuna area, gruppi di ricerca specializzati hanno raccolto dati sull’evoluzione geologica, su antichi e recenti cambiamenti climatici e ambientali, sui rischi naturali, sui processi geomorfologici e sulle risorse lapidee.

Le conoscenze acquisite sono state discusse in convegni scientifici per evidenziare gli aspetti più rilevanti, poi divulgati attraverso specifiche iniziative di valorizzazione del patrimonio geologico: sui geositi, nelle collezioni museali, in mostre e itinerari naturalistici. Le attività sono state svolte in collaborazione con partners territoriali qualificati (ecomusei, parchi, ecc.) per meglio individuare le esigenze di valorizzazione e protezione del patrimonio geologico e paesaggistico. L’uso di tecniche digitali per la rappresentazione visiva dei processi geologici ha permesso di predisporre alcuni strumenti didattici utili per la divulgazione della conoscenza geologica, per le scuole e, più in generale, per un pubblico non specialistico. Il valore economico della geodiversità è stato quantificato a livello locale tramite un sistema di valutazione e gestione integrata dei geositi, finalizzato a promuovere il geoturismo in Piemonte.


tags


temi correlati


autore

Marco Giardino
Dipartimento

Scienze della Terra
Pubblicato il

03 Gennaio 2017

condividi

potrebbero interessarti anche